Skip to main content

Z&S CERAMCO PROLUNGA LA PROPRIA OPEN HOUSE

Lo scorso 19 ottobre Zschimmer & Schwarz Ceramco ha aperto le proprie porte inaugurando presso la propria sede uno speciale quanto inusuale Open House, offrendo ai propri visitatori un’occasione per discutere e fare insieme il punto su alcuni temi che, oggi più che mai, continuano a suscitare un importante interesse da parte del distretto ceramico.

 

L’attuale congiuntura, che ha ridotto sensibilmente le possibilità d’interazione massiva (basti anche solo pensare all’annullamento di tutte le più importanti fiere di settore), sta spingendo le aziende - e dunque le persone - a immaginare diverse e nuove strategie per mantenere vivo il contatto con i propri interlocutori e nutrire un dialogo che - specie nel campo della ricerca e dello sviluppo - esige un continuo e durevole scambio: di idee, prospettive e visioni.

 

L’iniziativa, che proseguirà anche nei primi mesi del 2021, si concretizza per mezzo di un ricco allestimento che trova spazio nella zona antistante ai laboratori di ricerca e sviluppo e che intende offrire una panoramica sullo stato dell’arte circa le tecnologie e le opportunità tecnico-applicative a oggi possibili su due specifici argomenti: le funzionalizzazioni antibatteriche da un lato e lo sviluppo integrato di sistemi produttivi realizzati con prodotti a base acqua dall’altro.

 

Zschimmer & Schwarz Ceramco, da diversi anni impegnata sullo sviluppo di “soluzioni a base acqua” (il primo studio sugli inchiostri risale al 2013) ha caparbiamente proseguito la propria ricerca affrontando nel corso degli anni gli ostacoli che inevitabilmente si presentano ogni qualvolta ci si addentra in un territorio inesplorato e che necessariamente coinvolgono sullo stesso piano aziende chimiche, produttori di materie prime, impiantisti e produttori ceramici. L’attenzione verso un approccio maggiormente sostenibile, di cui l’azienda intende in qualche modo farsi portabandiera, è certamente il motore che ha spinto Z&S Ceramco a sperimentare nuove traiettorie, con la ferma convinzione che esse costituiscano una condizione necessaria per i futuri sviluppi dell’industria ceramica. I tempi sembrano oggi essere maturi e la prospettiva di un sempre maggiore utilizzo di prodotti e soluzioni a basso impatto ambientale stanno trovando sempre maggiore spazio all’interno del comparto. Un traguardo non scontato ma necessario e imprescindibile.

 

Allo stesso modo, le funzionalizzazioni antibatteriche, da decenni in uso all’interno di svariati comparti della produzione industriale, hanno oggi trovato un’ampia cassa di risonanza e terreno fertile anche nel campo delle superfici ceramiche. Certamente spinti e sollecitati dalle recenti vicende che ci hanno visto tutti coinvolti. Anche questo tema, per niente banale, è da tempo oggetto di studio da parte dei tecnici e ricercatori dell’azienda che oggi si presenta sul mercato con una serie di soluzioni declinabili e mai standardizzabili (approfondisci).

 

Coerentemente con la propria vocazione imperniata sulla condivisione delle competenze (che trova la massima espressione all’interno del blog aziendale ZS LAB), l’allestimento sviluppa i due sopracitati argomenti secondo una logica che attinge ispirazione dai sistemi espositivi didattico museali: un racconto che si dipana su più livelli di linguaggio mediante l’utilizzo di materiali ceramici (finiti e semilavorati), materie prime, video, inforgrafiche, testi descrittivi, etc. Il mix d’informazioni intende consentire un’esplorazione dei temi secondo diversi percorsi e prospettive con la chiara intenzione di sollevare un confronto fornitore/cliente che possa condurre a scelte e soluzioni basate su opportunità condivise.

 

La partecipazione all’Open House avviene solo su appuntamento, nel rispetto delle vigenti norme di sicurezza in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica.

 



Torna alle News